Idee per la casa dei tuoi sogni.....

Impianto fotovoltaico domestico: costi e vantaggi

0

Se stai cercando un’alternativa alle tradizionali fonti di energia, più ecologica e che vi faccia risparmiare, il fotovoltaico è quello che fa al caso tuo. L’installazione di un impianto fotovoltaico domestico nella nostra abitazione porterà in tempi molto brevi dei grossi vantaggi.

Investendo in questo tipo di fonte energetica potrete ottenere innanzitutto un risparmio economico e nello stesso tempo aiuterete l’ambiente. Il fotovoltaico infatti è ecologico e può portare ad una riduzione notevole delle emissioni inquinanti

Cosa è previsto oggi per gli impianti fotovoltaici domestici? Quali opportunità dà oggi l’installazione di un impianto fotovoltaico domestico? Conviene ancora installare un impianto fotovoltaico? Questi sono i comuni interrogativi che si pone chi vuole installare un impianto fotovoltaico di dimensione “domestica”.

Vantaggi degli impianti fotovoltaici domestici

Come sappiamo gli incentivi per l’uso di questa fonte rinnovabile non esistono più; nonostante ciò, oggi conviene ancora progettare di installare piccoli o medi impianti fotovoltaici a servizio di immobili residenziali. Perché? In primo luogo è importante chiarire alcuni punti:

  • i prezzi dei pannelli fotovoltaici si sono abbassati in modo considerevole negli ultimi anni; inoltre sono migliorate le loro prestazioni tecniche (e quindi la loro efficienza e durata);
  • l’energia prodotta dagli impianti fotovoltaici domestici può essere almeno in parte auto-consumata. Anzi, deve essere consumata il più possibile per garantire un effettivo risparmio energetico.

Perché l’investimento nel fotovoltaico è conveniente? Usufruendo delle detrazioni fiscali, infatti, si ottiene un rimborso Irpef annuale pari al 50% dei costi dell’impianto. La durata delle detrazioni è di 10 anni.

La detrazione fiscale, insieme con l’abbassamento dei prezzi del fotovoltaico, rende remunerativo l’investimento in questa fonte rinnovabile quasi quanto i vecchi incentivi (conto energia). L’obiettivo principale per gli inquilini, oltre all’importante aspetto dell’impatto positivo sull’ambiente, deve essere l’ottenimento del risparmio in bolletta.

L’installazione di un impianto fotovoltaico porta un risparmio? Porta un abbassamento del costo sulla bolletta della luce? Per dare una risposta positiva a questa domanda è necessario fare – o farsi fare – un’attenta valutazione, per ogni singolo progetto, dell’effettivo rapporto tra costi di installazione e conseguenti benefici, compreso il tempo di ritorno dell’investimento effettuato.

Come funziona un impianto fotovoltaico

Il funzionamento di un impianto fotovoltaico domestico è analogo ad uno classico. Si devono installare sul tetto di casa o su una superficie esposta al sole, come un terreno o un lato di un edificio, dei pannelli solari fotovoltaici. Questi pannelli “raccolgono” l’energia del solo trasformandola in corrente elettrica.

Il progetto per l’installazione del fotovoltaico domestico deve prevedere che l’energia prodotta venga intanto auto-consumata. Poi, in caso di eccedenza, ceduta nella rete elettrica pubblica. Per poter cedere l’energia prodotta in eccesso si può usufruire della convenzione dello scambio sul posto.

In alternativa si può usufruire della convenzione del ritiro dedicato. Entrambe le convenzioni, che vanno sottoscritte con il Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. (GSE), sono cumulabili con le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.

Lo scambio sul posto prevede una specifica forma di autoconsumo immettendo in rete l’energia elettrica prodotta, ma non direttamente auto-consumata, per poi prelevarla in un momento differente da quello in cui avviene la produzione.

Il ritiro dedicato consiste invece nella cessione dell’energia elettrica immessa in rete al GSE che provvede a remunerarla, corrispondendo al produttore un prezzo per ogni kWh ritirato. La convenienza del ritiro dedicato va valutata con attenzione in funzione del valore stabilito, nel tempo, al prezzo minimo garantito.

Costo impianto fotovoltaico domestico

Difficile stimare a preventivo senza un adeguato sopralluogo i costi di un impianto fotovoltaico domestico, ma possiamo fare delle valutazione per capire quali sono i costi di installazione di un impianto fotovoltaico che spesso di trova in kit:

  • Pannelli solari
  • Sostegni
  • Inverter
  • Eventuali sistemi di accumulo
  • Manodopera Installazione
  • Pratiche amministrative
  • Opere Edili e Materiali

Facendo delle ipotesi un impianto fotovoltaico domestico da 3 Kw costa in media da 6.000€ a 9.000€, se vogliamo installare uno di potenza doppia di circa 6 Kw il costo può quasi raddoppiare. In media si può ipotizzare che 3 Kw coprono il fabbisogno di un’appartamento di circa 100 mq per una famiglia di 4 persone. Per avere il costo reale contatta una ditta esperta e fatti fare un preventivo di dettaglio anche per valutare la necessità di Kw e la tipologia di impianto.

Quanto si risparmia con un impianto fotovoltaico domestico

Facciamo un esempio: il 40% dell’energia prodotta viene subito auto-consumata in loco mentre il restante 60% dell’energia prodotta viene immessa in rete; detto 60% dell’energia immesso in rete verrà poi prelevato dalla rete stessa nei momenti di minore produzione di energia elettrica (di notte o in assenza di sole) e pagata al venditore.

In pratica quindi, innanzitutto risparmiamo sul 40% di energia che viene auto-consumata. Inoltre, andiamo a scambiare con la rete il restante 60% dell’energia prodotta; questa energia ceduta alla rete viene pagata dal GSE ad una tariffa prestabilita, variabile nel corso della vita dell’impianto

Il fabbisogno di energia mancante, non coperto dal 40% dell’energia autoprodotta consumata, viene prelevato dalla rete. Questa energia è pagata al venditore di energia elettrica – per esempio ENEL – al prezzo di acquisto previsto nel contratto sottoscritto.

La percentuale di energia elettrica prodotta ed auto-consumata in loco può salire anche sino al 70%-80% – con conseguente incremento del risparmio in bolletta – nel caso in cui l’impianto fotovoltaico venga abbinato ad sistema di accumulo (storage o batterie). Il sistema di accumulo, infatti, permette di conservare l’energia non consumata immediatamente per poi utilizzarla in un secondo momento, senza che la stessa venga ceduta alla rete.

Come scegliere l’impianto fotovoltaico

Sapere come scegliere l’impianto fotovoltaico non è niente di particolarmente complicato. Si tratta però di un acquisto importante e potenzialmente a lungo termine, quindi bisogna essere informati e fare le scelte giuste.

I pannelli oggi più diffusi sono quelli in silicio cristallino, che volendo è possibile montare a casa. Per quanto riguarda le dimensioni, un tetto a falde inclinato richiede circa 25 metri quadri di pannelli, mentre un tetto orizzontale, che riceve direttamente i raggi solari, ne richiede circa la metà. Questi dati sono riferiti al fabbisogno di un’abitazione con quattro abitanti.

Il fattore che principalmente influenza la scelta è se avere dei pannelli solari “stand alone” oppure dei pannelli connessi alla rete elettricacome per esempio Enel, che infatti ha una sua proposta. Fondamentalmente le caratteristiche che variano da impianto a impianto sono la tipologia dei pannelli e l’inverter.

L’importanza di installare un inverter per l’impianto fotovoltaico

Che si scelga di collegare l’impianto fotovoltaico alla rete elettrica o meno, è comunque sempre bene avere un inverter, ossia quello strumento che permette di accumulare l’energia prodotta in eccesso, sia che lo scopo sia usarla in seguito, sia che sia immetterla nella rete Enel.

L’inverter ideale richiede una manutenzione ogni periodo di tempo pari alla vita dei pannelli a cui è collegato: ossia, se pannelli hanno una vita solitamente di 25 anni, e idealmente l’inverter richiede una manutenzione ogni 25 anni, perché ogni volta che lo si stacca si ha una perdita reale di energia, quindi meglio non staccarlo mai per tutto il ciclo di vita dei pannelli. Tutte queste verifiche si fanno durante la manutenzione ordinaria degli impianti fotovoltaici annuale.

A seconda poi che si scelga un sistema stand alone o collegato alla rete elettrica si avranno diverse tipologie di inverter: nel primo caso devono essere in grado di accumulare, nel secondo di fornire la massima potenza. Per questo è fondamentale scegliere con attenzione l’inverter ed affidarsi ad una impresa seria.

Cosa valutare per l’installazione del fotovoltaico

Prima di procedere con l’installazione di un impianto fotovoltaico domestico bisogna fare alcune valutazioni:

  • verificare se l’immobile ha vincoli o restrizioni dal punto di vista paesaggistico, ambientale, storico, ecc.;
  • in caso di presenza di eventuali vincoli, valutare il tipo di autorizzazione da richiedere per l’installazione dello specifico impianto;
  • la struttura di sostegno degli stessi, in relazione al carico sopportabile dalla copertura sulla quale l’impianto verrà posato;
  • l’orientamento e l’inclinazione dell’impianto: in astratto i pannelli, per garantire la migliore resa, dovrebbero essere orientati verso sud ed avere una inclinazione di circa 30°; va valutato entro quali termini la copertura sulla quale si vogliono posare i pannelli consente il rispetto di detti parametri;
  • eventuali fattori che determinano zone d’ombra (palazzi adiacenti, alberi, ecc.).

È poi necessario istruire la pratica per presentare la richiesta di connessione dell’impianto al gestore elettrico competente – con la relativa documentazione progettuale. A seguito della stipula del contratto di connessione verrà effettuato l’allaccio e rilasciato il relativo verbale di connessione.

L’installazione di un impianto fotovoltaico deve essere fatta da un professionista qualificato che conosca perfettamente tutte le operazione da eseguire durante la sua realizzazione. Per questo motivo se vuoi affidarti ai migliori esperti non ti resta che chiedere un preventivo e in pochi click potrai conoscere a quale impresa della tua zona è più conveniente affidare il lavori nella tua casa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More