Idee per la casa dei tuoi sogni.....

Impresa di sanificazione: come scegliere la migliore

0

Quando di tratta di dover scegliere una buona impresa di sanificazione, dobbiamo considerare molti aspetti, in quanto, in questo campo, la scelta è molto ampia, esiste molta competizione, ogni azienda si professa la migliore sul campo e decanta le proprie competenze, e purtroppo sono presenti tante realtà improvvisate. La scelta richiede anche il possesso di alcuni requisiti di legge, vediamo il dettaglio in questo breve articolo.

Prima di entra nel dettaglio ricordiamo che una sanificazione ambientale ha l’obiettivo di eliminare virus, batteri ed altri agenti patogeni da casa, ufficio o altri ambienti. La sanificazione è un lavoro molto più approfondito di una normale pulizia o disinfestazione di casa. Anche la normativa, nel “Decreto n.274 del 7 luglio 1997“, definisce la sanificazione come

Sanificazione: Attività’ che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante l’attività’ di pulizia e/o di disinfezione e/o di disinfestazione ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità’ e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione e il rumore. Articolo 1, punto (e)

Prima di entra nel dettaglio ricordiamo che ci sono diverse procedure di sanificazione. In genere attualmente la tecnica più diffusa è la sanificazione con ozono. Per questo motivo la maggior parte delle imprese offrono quasi sempre questo intervento. Chiedi comunque un preventivo gratis alle migliori imprese di sanificazione e valuta con loro quale intervento effettuare, con ozono o altre procedure.

Differenza tra pulizia e sanificazione

La pulizia è sicuramente quella più semplice da effettuare: il lavoro consiste nel pulire delle superfici da polvere, residui e materiale non desiderato. La disinfezione , invece, mira a eliminare microrganismi patogeni e si differenzia dalla disinfestazione che rende inattivi e innocui eventuali parassiti, agenti infettivi di diversa origine. Ci sono poi altre imprese specializzate in derattizzazione che mirano a eliminare ratti e topi o almeno ridurne il numero al di sotto di una precisa soglia. Infine, c’è la sanificazione, un’attività molto diffusa con il Covid-19. Si tratta di un’attività legata a disinfestazione, disinfezione e pulizia. L’obiettivo è migliorare le condizioni igieniche di un ambiente e il suo microclima, ma anche la ventilazione, l’illuminazione e il rumore.

Tra i vari prodotti ci sono i detergenti e i disinfettanti, i primi rimuovono lo sporco, i secondi riducono in modo drastico batteri, funghi e virus. Nel caso in cui gli organismi siano più grandi e complessi (roditori, insetti etc.) si parla di disinfestazione. Quindi i normali detergenti, usati in operazioni di pulizia, non sono paragonabili ai disinfettanti. Una discriminante iniziale per scegliere l’azienda è capire che prodotti utilizza.

Impresa di sanificazione: requisiti di legge

La normativa impone che un intervento di sanificazione può essere effettuato solamente dal imprese abilitate. In cosa consiste questa abilitazione? Vediamo il dettaglio, partendo dalle normative.

I requisiti da rispettare sono stati definiti nella Legge n.82 del 25 Gennaio 1994 e successivamente regolamentati con il Decreto 7 luglio 1997, n. 274. All’articolo 2 del decreto del 1997, troviamo questi requisiti:

  • Capacità economico-finanziaria.
  • Capacità tecnica ed organizzativa.

Per quanto riguarda il primo punto economico-finanziario, vuol dire che l’impresa di pulizie è in regola con l’INPS e l’INAIL. Non ci sono protesti negli ultimi 5 anni ed ha dei rapporti con il sistema bancario.

Per i requisiti tecnici-organizzativi, l’impresa di pulizie deve avere un responsabile tecnico. Questo non può essere un consulente o uno esterno. Il responsabile tecnico deve aver uno dei seguenti requisiti:

  • Aver assolto l’obbligo scolastico ed avere fatto tre anni di esperienza in un impresa del settore di sanificazione o in uffici tecnici.
  • Avere un attestato di qualifica a carattere tecnico attinente l’attività di sanificazione.
  • Diploma di scuola secondaria o universitario in materia tecnica attinente a queste attività.

Ultimo punto l’impresa deve essere regolarmente iscritta alla camera di commercio. Rivolgiti solamente alle imprese abilitate della tua zona per richiedere un lavoro di sanificazione ambientale. Parla gratuitamente con le migliori imprese del settore.

Reputazione e sicurezza per la scelta dell’impresa di pulizie

Nella valutazione e nella scelta finale dell’impresa a noi più adatta, dobbiamo dare peso a molti aspetti, come appena detto. Oltre a quelli normativi entrano in gioco altri fattori per la scelta di una impresa di pulizie e di sanificazione.

Tra questi la fiducia, in quanto l’impresa “entra nelle nostre case”, nei luoghi di lavoro, negli ospedali, quindi è fondamentale sapere con chi si ha a che fare. Soprattutto, l’impresa a cui ci affidiamo, deve garantire la qualità e l’affidabilità delle risorse e delle attrezzature impiegate.

Fondamentale anche la reputazione di un’impresa, in quanto l’esperienza maturata negli anni e buone recensioni, garantiscono una maggiore affidabilità. Chiaramente in questo ambito il possesso di certificazioni, è un importante valore aggiunto., è per le sanificazioni un obbligo.

Inoltre, quando cerchiamo un’impresa di pulizie, dobbiamo valutare anche che gli operatori che effettueranno l’intervento presso di noi, siano regolarmente assunti, e si attenga a tutte le norme di sicurezza sul lavoro e che sia coperto da un’assicurazione contro gli infortuni.

Deve inoltre garantire l’utilizzo di prodotti di qualità e testati, che siano attenti all’ambiente, e adattabili ad ogni richiesta del cliente. Una valida impresa applica una politica aziendale accurata e attua tutte le procedure di sicurezza sul lavoro, fa un’attenta valutazione dei rischi e possiede certificazioni che attestino il livello di professionalità, ed è in possesso di polizze assicurative.

Una valida impresa di sanificazione ha un personale preparato, qualificato e formato attraverso corsi ed aggiornamenti periodici; deve essere serio e affidabile. Altra caratteristica è che deve essere in possesso di valide attrezzature, che siano certificate e, soprattutto, non obsolete; inoltre deve essere una ditta professionale, con esperienza maturata sul campo negli anni; deve avere precisione, e valutare scrupolosamente l’intervento da effettuare, iniziando dal contatto iniziale col cliente, al sopralluogo, fino al preventivo e alla realizzazione dell’intervento stesso.

Chiedi diversi preventivi di sanificazione prima di fare il lavoro

Aspetto importante da valutare, è il rapporto qualità-prezzo, infatti, non sempre, scegliere un’impresa che ci effettui un lavoro ad un prezzo molto conveniente e vantaggioso, vuol dire che sia anche di qualità. Un prezzo molto basso, rispetto ad altri può, alle volte, voler significare, che l’impresa utilizza prodotti o attrezzature di dubbia qualità, e che quindi, non garantisce un trattamento efficace.

E’ consigliabile anche, non affidarsi ad imprese di pulizie che forniscano preventivi senza aver prima fatto un sopralluogo accurato dell’ambiente, operazione, quest’ultima, che permette un’attenta valutazione degli ambienti da sanificare e da trattare e dei prodotti e attrezzature da utilizzare.

Una buona impresa deve essere puntuale, fornendo risposte e proposte precise al cliente in base alle sue esigenze e deve essere in grado di fare proposte e intervenire in tempi brevi. Parla subito con le migliori imprese di pulizie e sanificazione abilitate della tua zona e confronta senza impegno diversi preventivi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More